Giureta - Rivista giuridica on line
Home · La rivista · Contatti · Criteri redazionali · Sistema di referaggioGennaio 26 2020 13:45:07
Diritto Pubblico · Diritto Privato Generale · Diritto Commerciale e dell'Economia · Diritto dei Trasporti e della Navigazione ed Internazionale e Comunitario · Osservatorio sul Diritto dei Trasporti
Navigazione
Volume XVII - 2019

Volume XVI - 2018

Volume XV - 2017

Volume XIV - 2016

Volume XIII - 2015

Volume XII - 2014

Volume XI - 2013

Volume X - 2012

Volume IX - 2011

Volume VIII - 2010

Volume VII - 2009

Volume VI - 2008

Volume V - 2007

Volume IV - 2006

Volume III - 2005

Volume II - 2004

Volume I - 2003

Osservatorio Euromediterraneo

Codice della Navigazione esplicato

Seminari e convegni

Giurisprudenza marittima in Sicilia

Sistema di referaggio

FRANCESCA GIULIANI - Riflessioni su Cassazione 19 ottobre 2017 n. 24675: le Sezioni Unite decretano il definitivo tramonto dell’usura sopravvenuta

di Francesca Giuliani



Data di pubblicazione: 21 febbraio 2018


Abstract
Le Sezioni Unite fissano finalmente un punto fermo in materia di usura sopravvenuta: la sua irrilevanza.
Lo fanno con una decisione che ha il pregio di inserirsi con coerenza nel sistema di usura, complessivamente considerato, che è stato delineato con l’entrata in vigore della L. 108/1996. Il giudice delle leggi ricorda ai sostenitori della rilevanza della sopravvenuta usurarietà dei contratti di credito in cui il tasso di interesse, rispettoso della soglia usura al momento della pattuizione, superi tale soglia nel corso dello svolgimento del rapporto contrattuale, che l’usura è un fenomeno unitario, i cui risvolti civili (la gratuità del mutuo) altro non sono che ulteriori effetti scaturenti dalla fattispecie delittuosa che la normativa antiusura è finalizzata a reprimere, quando non addirittura elementi che concorrono ad individuare detta fattispecie (la determinazione di un tasso il cui aritmetico superamento comporta la qualifica degli interessi come usurari).  La sentenza in commento tacita così tutte le teorie a sostegno di una rilevanza civile dell’usura sopravvenuta, a partire da quelle che, non guardando il fenomeno usurario nel suo insieme, hanno sostenuto che il superamento del tasso soglia nel corso del rapporto contrattuale integrasse un’ipotesi ora di nullità parziale sopravvenuta, ora di eccessiva onerosità del contratto, ora, ancora, di sopravvenuta impossibilità della prestazione; per concludere con quella tesi che, operando una forzatura dell’istituto, ha assegnato alla buona fede contrattuale il ruolo di strumento di modifica dell’assetto contrattuale e non quello suo proprio di principio di controllo del corretto svolgimento delle obbligazioni contrattuali. Pertanto, anche nell’ottica del principio di buona fede, non è la prestazione di pagamento dell’interesse ad un tasso che abbia superato la soglia usura successivamente alla sua pattuizione che di per sé può avere rilevanza giuridica, quanto le modalità con cui il creditore ne pretenda l’esecuzione.   

The Court of Cassation has finally established the irrelevance of  supervening usury.
This sentence results coherent with the overall anti-usury system of regulations that was introduced by the Law nr. 108/96. In fact, the civil aspects of usury, such as the gratuitousness of a loan, are just some of the effects deriving from the crime that the anti-usury legislation aims to repress or constituent elements of the crime: the qualification of interest as usurious derives from the arithmetic exceeding that of the usury threshold rate.
The Supreme Court negates all the arguments in support of supervening usury, starting from the theories that do not address the usurious phenomenon as a whole and they have asserted that the surpassing maximum legal interest rate during the contractual relationship represents hypothesis of partial supervening nullity, or of excessive onerousness of the contract, or of the impossibility of the performance, to conclude with theses that consider the principle of  good faith as an instrument to modify the contractual structure desired by the parts, instead of its proper role as an instrument to control the correct performance of contractual obligations.  Therefore, even from the point of view of good faith, it is not the payment of interest of a rate that has exceeded that usury threshold after its stipulation which may have legal significance in itself, but how the creditor demands it.

  
Login
Nome Utente

Password



Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

Non sono stati scritti messaggi
Webmaster Gabriella Cangelosi e Lidia Undiemi

© Copyright 2008 Dipartimento D.E.T.A.