Giureta - Rivista giuridica on line
Home · La rivista · Contatti · Criteri redazionali · Sistema di referaggioGennaio 26 2020 12:18:28
Diritto Pubblico · Diritto Privato Generale · Diritto Commerciale e dell'Economia · Diritto dei Trasporti e della Navigazione ed Internazionale e Comunitario · Osservatorio sul Diritto dei Trasporti
Navigazione
Volume XVII - 2019

Volume XVI - 2018

Volume XV - 2017

Volume XIV - 2016

Volume XIII - 2015

Volume XII - 2014

Volume XI - 2013

Volume X - 2012

Volume IX - 2011

Volume VIII - 2010

Volume VII - 2009

Volume VI - 2008

Volume V - 2007

Volume IV - 2006

Volume III - 2005

Volume II - 2004

Volume I - 2003

Osservatorio Euromediterraneo

Codice della Navigazione esplicato

Seminari e convegni

Giurisprudenza marittima in Sicilia

Sistema di referaggio

ANDREA MONTANARI - Per una riconsiderazione del risarcimento del danno da perdita di chance
Per una riconsiderazione del risarcimento del danno da perdita di chance


 
di Andrea Montanari 

Il saggio indaga le problematiche attinenti la tutela della perdita di chance. In particolare si approfondisce la possibilità di sussumere il danno da perdita di chance entro le due specie di responsabilità previste dall’ordinamento – contrattuale ed extracontrattuale – e la compatibilità del pregiudizio in commento con il requisito della certezza del danno. Sul primo versante l’a. circoscrive la tutela della perdita di chance alla responsabilità contrattuale, sul secondo versante si ritiene che il requisito della certezza del danno impone di limitare il risarcimento del danno da perdita di chance all’ipotesi in cui essa rappresenti un danno emergente ex art. 1223 c.c. Si critica, inoltre, l’orientamento teso a far dipendere la rilevanza del pregiudizio in parola dal grado di probabilità del suo verificarsi. Secondo l’A., infatti, la percentuale di probabilità di accadimento dell’evento vantaggioso effettivamente perduto può influire sulla determinazione del quantum risarcitorio, ma non sembra in grado di incidere sulla rilevanza giuridica della lesione in modo da negare tutela ad un soggetto che, ad esempio, ha subito la perdita del 25% di chance di vincere un concorso di bellezza a causa del mancato avviso dell’organizzatore. Tale assunto sembra confermato dall’analisi dell’esperienza di common law sulla medesima problematica. Il metodo utilizzato dalle Corti, volto ad individuare la violazione cui ancorare il rimedio risarcitorio, si traduce nel mettere a fuoco in maniera chiara il breach of contract, facendo scivolare sul versante della valutazione del quantum risarcitorio il giudizio probabilistico sulle possibilità di successo dell’occasione perduta. 

Data di pubblicazione: 27 aprile 2009.




  
Login
Nome Utente

Password



Dimenticata la password?
Richiedine una nuova qui.
Shoutbox
Devi loggarti per scrivere un messaggio

Non sono stati scritti messaggi
Webmaster Gabriella Cangelosi e Lidia Undiemi

© Copyright 2008 Dipartimento D.E.T.A.